Vitruvio Bologna: visite guidate, trekking e spettacoli

27 gennaio: Suoni e ricordi della memoria

 

 

INIZIATIVA ONLINE 
Quando: mercoledì 27 gennaio (ore 20.00)

Dove: canale YouTube della città di Castel San Pietro, clicca qui per aprirlo


 

In occasione della Giornata della Memoria, mercoledì 27 gennaio alle ore 20:00, ti aspettiamo sul canale YouTube della città di Castel San Pietro per "Suoni e racconti della Memoria", una produzione della Stagione Teatrale a cura della Bottega del Buonumore, un'emozionante e inconsueta riflessione sulla Shoah per non dimenticare e mantenere vivi i ricordi, con il presidente di Vitruvio Gabriele Bernardi, l'attore Davide Dalfiume, l'etnomusicologo e fisarmonicista Elio Pugliese e il violinista e cantante Paolo Buconi. Il Giorno della Memoria si chiama così perché ha lo scopo di ricordare, coltivare e promuovere la commemorazione.

 Ma cosa significa ricordare? 

La memoria non è una cosa ovvia, dobbiamo allenarla e considerarla nella nostra quotidianità, per non perderla e cadere negli errori del passato. Invita tutti noi a combattere i nuovi razzismi e a difendere convivenza e integrazione. Non è scontato parlarne.
L'afflusso di rifugiati da Siria, Iraq, Afghanistan ed Eritrea, così come altri rifugiati in fuga dalla povertà estrema, continua a sollevare interrogativi morali e preoccupazioni. Praticare la memoria è un impegno da assumere per ciò che è stato e per quello che vogliamo sia il futuro. 

I racconti di Vitruvio

La serata "Suoni e Ricordi della Memoria" è dedicata al Klezmer, musica altamente simbolica in questa giornata, perché nasce da una fusione tra Oriente e Occidente. Grazie ai musicisti faremo un viaggio intorno al mondo, inseguendo le note che hanno accompagnato popolazioni migranti, che hanno superato confini, che si sono fatte portatrici di emozioni e sentimenti. La musica è un linguaggio universale, raggiunge i cuori prima che le parole inizino a formare frasi.

In questo contesto, Gabriele Bernardi ricorderà la genesi di uno dei percorsi più fortunati e amati dell'Associazione Vitruvio Tra-ghetto, l'Inferno di Bologna che ha portato decine di migliaia di curiosi nei sotterranei del Torrente Aposa, partendo dal ghetto ebraico della città, in compagnia di Dante Alighieri, musicisti klezmer e l'immancabile Onorina Pirazzoli. Un surreale viaggio nel tempo dall'Inferno Dantesco ai suoi riferimenti bolognesi, una mescolanza di storia, cultura, teatro e musica che armoniosamente iniziava da Piazza San Martino e, sempre sotterreaneamente, sbucava in Piazza Minghetti.

 

 

Come non ricordare poi il Festival musicale "Klezmer & Dintorni", che nel 2021 festeggia la sua 14a edizione ormai di casa al Sostegno del Battiferro, ed è animato da band che raccontano culture e storie differenti, con repertori anch’essi assai eterogenei, in cui le sonorità klezmer si fondono con quelle di altre tradizioni popolari. Il patrimonio della musica klezmer non appartiene a un’unica regione del mondo, ma ha casa un po’ ovunque sia giunta la diaspora ebraica e nel tempo ha ispirato e si è fatto ispirare da un'infinità di sonorità popolari e colte.

 

Perché non perdere "Suoni e racconti della Memoria"?

Le tecnologie digitali ed elettroniche hanno aggiunto nuove possibilità e nuovi confini all’universo musicale che ci circonda e che diviene sempre più complesso. Virtualmente saremo seduti fianco a fianco per lasciarci ispirare dal fascino che le musiche di tradizione orale ci trasmettono. Dal palco ci racconteranno le storie che hanno "scritto" una vecchia canzone Yiddish o scopriremo il significato di un altro brano. Saremo sbalorditi da quanto tutti possiamo riconoscerci nella musica del passato esattamente come nella musica di un altro paese. Sembra poco, ma in realtà è un concetto vertiginoso. La musica ci colpisce nel profondo senza che si possa sapere il perché. La musica tradizionale ci parla spesso di sogni, di mancanze, di partenze e lunghissimi ritorni. E poi ancora ci narra di guerre e pacificazioni, di speranze e rinnovamento. Musica e parole diventano spesso un modo di ingannare l’attesa di difficile ritorno, un modo per vedere più vicina una meta, di ricordare la propria casa. Oggi ne abbiamo bisogno più che mai. Ti aspettiamo!

Difficolta' percorsi

Tutte le nostre escursioni guidate sono pensate nell'ottica della riscoperta del territorio in movimento, snodandosi come un racconto, tappa dopo tappa, nei luoghi toccati.
I nostri passi non sono il fine, ma lo strumento per un'esperienza diretta e completa.
I percorsi sono scanditi nell'arco delle tempistiche segnalate in ciascuna scheda, insieme alla descrizione del percorso e a eventuali altre indicazioni, come per esempio la necessità di torce elettriche.

I nostri livelli di difficolta':

TrU: trekking urbano

Itinerari che prevedono un racconto della città fuori dagli schemi tradizionali della classica visita guidata. I nostri trekking urbani sono iniziative semplici e alla portata di tutti, dove il racconto e la lettura del territorio sono assoluti protagonisti. Non confondiamo la difficoltà e accessibilità di un'iniziativa con la sua capacità di sorprendere, non si tratta di percorsi per neofiti, ma per curiosi e amanti della storia e della natura, pronti a viverla lentamente in ogni suo più piccolo dettaglio.
Si raccomandano scarpe comode con suola antiscivolo e vestiario adeguato alla stagione.


T: turistico

Itinerari semplici su strade secondarie, sentieri comodi, privi di particolari difficoltà. Richiedono una certa abitudine alla camminata.
Si raccomandano calzature adeguate con suola antiscivolo e vestiario consono alla stagione.

 


T/E: turistico/escursionistico

Una via di mezzo fra la categoria turistica e quella escursionistica. Un passo leggermente ulteriore verso un percorso più impegnativo.
Si raccomandano calzature da trekking e vestiario adeguato alla stagione.
 


E: escursionistico


Itinerari quasi sempre su sentieri, talvolta, con tratti fuori pista. Possono svolgersi su terreni rocciosi o pendii ripidi, possono esserci punti scivolosi, ma senza tratti esposti o pericolosi. Pur richiedendo una maggiore abitudine/predisposizione alla camminata in natura, sono perfetti per chiunque abbia voglia di muoversi e cerchi qualcosa di più dinamico. Si raccomandano calzature da trekking e vestiario adeguato alla stagione.


EE: escursionista esperto
Non abbiamo in calendario percorsi per questa categoria, prediligiamo l'inclusione e scegliamo itinerari che non mettano a rischio chi ci segue. 

Cuore di roccia: escursione fra i borghi minerari inghiottiti dalla citta'

 

prenota online!
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Date: in via di definizione 
Ritrovo: angolo via Toscana con via Luigi Fantini (lato piazzetta di San Ruffillo), Bologna
Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: 12,00 (€ 8,00 fino agli 11 anni) - iniziativa non adatta ai minori di 8 anni.
Durata: 2 ore circa
Difficoltà percorso: T - Cosa significa? Clicca qui per approfondire
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

 

 

si consigliano scarpe chiuse con battistrada scolpito e richiesta almeno una torcia ogni due persone

 

Un viaggio anomalo, partendo dalla piazza di un borgo millenario, quello di San Ruffillo, sull'antica strada per la Toscana, per poi allontanarci, riscoprendo passo dopo passo una nuova dimensione urbana, sfiorando angoli che si svelano sagomati, una scalpellata alla volta, nei cristalli lucenti di gesso. Angoli dove il tempo stesso pare essersi pietrificato.

Un'escursione il cui cuore è la roccia, che si rivela nei borghi minerari ormai inghiottiti dalla città e a cui si aggiunge una finestra su una collina segreta, sospesa nella pace della sera, fra il bosco, i campi, le vigne ed i pregiati olivi.


Prima di rientrare al punto di partenza è prevista una tappa speciale al Borgo dei Gessaioli, dove ai racconti di generazioni di cavatori di gesso si aggiungerà un brindisi a base di vino prodotto nelle vigne che avremo appena sfiorato, in una particolare cornice privata, resa fruibile per l'occasione.


 

 

 

Castelli in aria, Rovine in terra - Speciale

Percorso realizzato nel rispetto delle distanze di sicurezza, visto il DPCM del 5 gennaio 2021: oltre a linee guida della Città metropolitana di Bologna

 

prenota online!
 POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: via Altabella, angolo via Fossalta, Bologna
Contributo a persona, da corrispondere in contanti all'accoglienza: € 12,00 spettacolo
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com
Durata: un'ora e mezza circa   

In un piccolo vicolo c’è un fittone che un tempo era considerato l’ombelico di Bologna. Pare stesse proprio al centro, nel bel mezzo di una piazza che non esiste più. Ai piedi di una collinetta, un terrapieno che serviva da protezione alla fortificazione di un castello, era lì la Rocca Imperiale. Come ogni buon castello aveva il suo fossato, alimentato da un ramo del torrente Aposa e come ogni buon castello aveva una Regina. In verità una viceregina, si chiamava Matilde di Canossa
Per dare il benvenuto al 2021, Vitruvio invita il suo pubblico a scoprire una Bologna che non c'è più, camminando per le vie del centro, per terminare con  l'esclusivo oroscopo di Onorina Pirazzoli.

Come accennato, la zdàura di Bologna Onorina Pirazzoli ci racconterà di Matilde di Canossa, che può essere definita senza alcun dubbio una delle figure femminili più interessanti dell’Alto Medioevo. Conosceremo l'intrigante storia del doppio campanile della Cattedrale di San Pietro, edificio che ha subito profondi cambiamenti attraverso i secoli e oggi ci appare nella sua immutabile magnificenza dopo aver passato terremoti, incendi ed essere rinato attraverso innumerevoli ricostruzioni. 
Bologna ci rivelerà ancora una volta meraviglie che non credevamo possibili, a Onorina il compito di mostrarci le tracce di come la città sia mutata dal periodo romano a quello medievale.
Cosa è successo al castello? Perché è scomparsa la piazza che conteneva il centro della città? Scopriremo queste e altre curiosità attraverso storie emozionanti e divertenti.

Uno spettacolo imperdibile: esploreremo il centro di Bologna facendo pronostici e programmi per l'anno nuovo ascoltando le previsioni astrologiche di Onorina!

 

REGALA BOLOGNA CON VITRUVIO
ACQUISTA UN BIGLIETTO REGALO

 

*** Onorina Pirazzoli, arzdàura e zdàura di Bologna" sono marchi registrati ®. 
*** Ogni abuso sarà perseguito penalmente. ***

 

 
 
 
 
 

Certosa: Natura e Morte - passeggiata guidata

NUOVO PERCORSO

 

prenota online!
Posti limitati, prenotazione obbligatoria
Le date: in via di definizione

Ritrovo: Complesso monumentale della Certosa, Via della Certosa, 18, presso l'ingresso principale, Bologna
Contributo a persona da corrispondere in contanti all'accoglienza: € 10,00 percorso + € 2,00 devoluti per il restauro del Cimitero Monumentale.
Durata: un'ora e mezza circa
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

 

 

Un tuffo nel Giardino della Nostalgia, nell'estetica e nella botanica della Morte e, al contempo, nel simbolismo della vita. 

Un viaggio nel giardino della memoria, lungo le siepi e fra le alberature che cingono i sepolcri. Piante a foglie caduche: pioppi, faggi, gelsi.., inseguono le stagioni in un perenne rinnovamento, mentre i sempreverdi resistono impassibili.

Elementi complementari riccamente intrecciati in scenografie che danno umanità e spettacolarità a questo luogo senza tempo. Ci inoltreremo nel giardino della nostalgia, nell’estetica, nella botanica della morte e, al contempo, nel simbolismo della vita.

Una piccola passeggiata nel verde nascosto all'interno della cinta di questa sorprendente, monumentale città dei morti, un museo all'aperto, dove tutto ci si aspetterebbe di incontrare tranne la vita nelle forme cangianti di una silente natura urbana.

Ad accompagnarci sarà Francesco Nigro, guida ambientale regionale, biologo naturalista.

 

Per Una Selva Oscura

NUOVO PERCORSO

 

prenota online!
Posti limitati, prenotazione obbligatoria
Le date: sabato 29 giugno (ore 10.00 - SOLD OUT)
Ritrovo e termine: 
presso l'ingresso del parcheggio principale del Parco Cavaioni di fronte al civico 4 di via Cavaioni, Bologna
Contributo a persona da corrispondere in contanti all'accoglienza: € 12,00 - iniziativa sconsigliata ai minori di 14 anni
Durata: tre ore e mezza circa
Difficoltà percorso: E - Cosa significa? Clicca qui per approfondire
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

 

Attenzione
Percorso dinamico, pensato per persone abituate a camminare, senza problemi motori. A seconda della stagione tratti potenzialmente scivolosi, necessarie scarpe da trekking, consigliati scarponcini alti a protezione delle caviglie (no scarpe da ginnastica o altre calzature).

 

Vitruvio propone una camminata che sfiora suggestioni dantesche alle porte di Bologna. Dimenticate ogni "diritta via" e preparatevi ad una" selva selvaggia e aspra e forte".

Una discesa vorticosa nella valle del Torrente Ravone "là dove 'l sol tace" mentre il torrente "rovina in basso loco". Le suggestioni di un luogo selvaggio alle spalle della città, l'odore del bosco, la sorpresa degli affioramenti gessosi in una camminata dinamica che lascia spazio ad alcune improbabili e sorprendenti storie della nostra prima collina.
 

 
 
 

Black-Trek: la piccola Bologna in nero

foto di uno scorcio serale del quartiere Bolognina a Bologna prenota online!
Posti limitati, prenotazione obbligatoria
Le date:
 in via di definizione

Ritrovo:  Via Ferrarese 111, angolo parcheggio di Via di Saliceto, Bologna

Contributo a persona da corrispondere in contanti all'accoglienza: € 10,00

Durata: due ore  circa
Difficoltà percorso: TrU - Cosa significa? Clicca qui per approfondire
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

 

non adatto ai minori di 14 anni

Una breve camminata urbana serale per le vie della "Bolognina", immersi nelle sue ombre, un passo alla volta seguendo binari fantasma.

Scorcio di un particolare del quartiere della Bolognina di Bologna


Dettagli inaspettati svelano fuligginose vicende del passato e sfumano nelle suggestioni nere di una passeggiata che, dalla prima periferia, lambisce la città vecchia e la sua Cerchia segnata da Porta Galliera.

foto in bianco e nero di uno scorcio del quartiere Bolognina a Bologna


Una zona dove sono evidenti ferite ancora aperte, sfiorate, ma non toccate, in questo percorso che si perde in quanto di lontano e meno noto, sia ancora percepibile fra pieghe cittadine. Una nuova piccola Bologna ancora memore dello scalpitio dei cavalli, del fragore di battaglie, dell'insanguinarsi di divise nell'incalzare galoppante del tempo e del "progresso".

Foto di un particolare della pavimentazione stradale del quartiere Bolognina di Bologna

 

Acque della prima collina, percorso storico-ambientale

Percorso realizzato nel rispetto delle distanze di sicurezza, visto il DPCM del 5 gennaio 2021: oltre a linee guida della Città metropolitana di Bologna
 

prenota online!
Posti limitati, prenotazione obbligatoria
Ritrovo:
ingresso Giardini Margherita a Porta Santo Stefano, Bologna
Prossime date: 
Contributo a persona da corrispondere in contanti all'accoglienza: € 10,00 
Durata: due ore circa
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

 

Il percorso e' adatto a tutti e non presenta particolari difficolta'
Richiesta una torcia ogni due partecipanti

Vitruvio, in collaborazione con WWF Bologna Metropolitana propone una passeggiata ambientale serale alla scoperta del reticolo idraulico bolognese immediatamente a sud della città. 

Una passeggiata urbana, a tutti gli effetti fuoriporta, per le vie ai piedi delle colline, fra rii, sorgenti, canali , ex mulini e raccolte d’acqua nascoste. Il tutto partendo da una piccolissima oasi urbana, lo Stagno Didattico gestito da WWF Bologna, nella cornice romantica dei Giardini Margherita, quindi attraversando il parco e raggiungendo la Fonte Remonda, per continuare la passeggiata e terminare con uno splendido affaccio serale su Bologna in cima alla collina di San Michele in Bosco.

Protagonista del percorso sarà dunque l’acqua, dagli aspetti legati alla natura e storia del territorio, a quelli correlati all’evoluzione del suo approvvigionamento nei secoli, dai racconti di vita quotidiana di tempi che furono, alle storie ormai quasi dimenticate.

 

Alla Rocca

Percorso realizzato nel rispetto delle distanze di sicurezza, visto il DPCM del 14 gennaio 2021, oltre a linee guida della Città metropolitana di Bologna
 

alla rocca Vitruvio Badoloprenota online!
Posti limitati, prenotazione obbligatoria
Ritrovo:
 Chiesa di Badolo Via Badolo, 46 Sasso Marconi BO
Prossime date:
Contributo a persona da corrispondere in contanti all'accoglienza: € 10,00
Durata: circa due ore
Difficoltà percorso: E - Cosa significa? Clicca qui per approfondire
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

 

richieste scarpe da trekking

Una camminata storico-naturalistica fra le pareti limate dal vento e le macchie boscose della Riserva del Contrafforte Pliocenico, fino alla cima dello sperone di arenaria detto Rocca di Badolo, affacciato sulla valle del Setta.


I tipici panorami della riserva si fondono con le storie di un luogo divenuto meta di arrampicatori ed escursionisti, che cela il suo passato, graffiato dai chiodi conficcati nella roccia e solcato dai vecchi sentieri che si buttano nella valle intagliata dal Rio Raibano.

badolo trekking Vitruvio alla rocca
 

 
 
 
 

Giganti di Pianura

 

prenota online
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Date
: in via di definizione
Ritrovo:  angolo via Savena Abbandonato e via Trapanino, parcheggiare lungo lo stradello cieco di fronte al civico 23 di via Trapanino Granarolo (Bo)
Prossime date: 

Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: € 10,00 biglietto intero  (€ 8,00 fino agli 11 anni) - iniziativa sconsigliata ai minori di 8 anni.
Durata: 2 ore circa
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com 

Consigliate scarpe chiuse con battistrada antiscivolo

 

Anche nel bel mezzo della pianura, se sappiamo cercare nel posto giusto, possiamo trovare due torri, senescenti, con le cicatrici del tempo, ma ancora vive, due alberature colossali. Due giganti verdi che svettano in una tenuta signorile diroccata nel territorio di Budrio.
Il fascino della forza di una natura che riprende il suo spazio facendo polvere della pietra, in un fazzoletto di terra che appare come un'oasi persa nelle distese agricole di una pianura fortemente antropizzata.

Una camminata nella campagna bolognese raccontando di acque che non ci sono più e di terre ritrovate, seguendo i margini di coltivi che non lasciano un centimetro a quanto non appaia "produttivo", fino a raggiungere i protagonisti del nostro racconto riconosciuti monumenti vivi a tutti gli effetti.

 
 
 

UNA CASA PER TE A BARCELLONA

 

Lo sapevi di avere un amico che ti offre casa sua a Barcellona? Chi è? Vitruvio!

Vieni a casa tua: Vitruvio ti propone un appartamento nel cuore di Barcellona per sentirti a casa anche in viaggio.

Clicca qui per saperne di più
sull'offerta di un appartamento a Barcellona

Regala Bologna e Barcellona con Vitruvio

CONSULTA LA PAGINA DEDICATA AI REGALI
DA POTER FARE CON VITRUVIO

OGNI REGALO E' UNA STORIA: DILLO CON UN BIGLIETTO

Spettacoli, visite guidate, SPETTACOLI ITINERANTI, UNA FUGA A BARCELLONA, PErcorsi nel verde e libri sulle meraviglie di Bologna 
chiedi info

Trekking Urbano

percorsi storico-naturalistici in centro storico e nel verde di Bologna

LEGGI TUTTO

Per prenotare

Puoi contattarci telefonicamente (anche nei giorni festivi) tel. 329 3659446
oppure scrivere una mail a associazione.vitruvio@gmail.com

 

Alla scoperta di Bologna divertendosi!

logo Battiferro

esperienze e approfondimenti per giovani esploratori  

La storia di Bologna e le sue meraviglie in iniziative su misura per i più giovani, pensate per essere proposte in classe e inserite nel programma scolastico: visite guidate mirate, spettacoli itineranti, cacce al tesoro, percorsi nel verde della città... 

CLICCA QUI PER SCOPRIRE DI PIU' SULLE PROPOSTE LUDICHE E DIDATTICHE

Le visite guidate in centro a Bologna

Vitruvio propone tantissime visite guidate, per farci apprezzare luoghi del centro storico di Bologna poco conosciuti o mai visti. Questi itinerari sono condotti da guide esperte.Scopri di più

 

Collabora con noi


  Vitruvio è sempre alla ricerca collaboratori per i suoi itinerari e per il Battiferro.
Clicca qui per saperne di più

Le visite-spettacolo con Onorina Pirazzoli


Le visite-spettacolo che hanno Onorina Pirazzoli come guida speciale raccolte in un breve elenco da consultare. Scopri di più

 

Speciale TG1

Vitruvio ha accompagnato la giornalista del TG1 Carlotta Mannu a Bologna per realizzare un servizio sui sotterranei e sulle attività turistiche a essi collegati. Una bella occasione per rivedere alcuni dei luoghi celati della città, come ad esempio il Serraglio del torrente Aposa, che negli anni passati in tanti hanno potuto visitare partecipando alle nostre visite e ai nostri spettacoli. Non poteva mancare la zdàura Onorina Pirazzoli
Clicca per guardare lo speciale 

 

Feed RSS

Su Expedia

Vitruvio è anche sulla guida di viaggio Expedia
un vero e proprio punto di riferimento online per organizzare i propri viaggi!
Visita la pagina su Expedia

Chi E' Onorina Pirazzoli

UNA ZDAURA MODERNA

Lei è la zdàura, la madre di ogni massaia e di ogni donna che abbia sfaccendato per Bologna, da quando le due Torri non erano più grandi di due grissini. Per saperne di più...


Trekking Urbano

Questo sito utilizza cookies per personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Facendo click sul pulsante "Chiudi" si acconsente all’utilizzo dei cookies.